“LA BOTTEGA” del Maestro liutaio Morano inagurata a Rosignano : un nuovo passo per la valorizzazione turistica e culturale del nostro Territorio

“E’ stato un pomeriggio di intensa commozione, ma nello stesso tempo entusiasmante  e ricco di prospettive : abbiamo gettato le basi per un qualcosa di bello e di grande che scaturirà da questa giornata” : questo in estrema sintesi il commento del sindaco di Rosignano Cesare Chiesa e della Presidente dell’Aps “AmbientArti in Europa e nel Mondo” Angela Tudisco, dopo l’ottimo esito dell’avvio – domenica scorsa – della Stagione Teatrale, occasione per la presentazione ed inaugurazione della “Bottega del Liutaio” dedicata alla figura del Maestro Arnaldo Morano.

La performance dell’Opera dei Ragazzi diretta da Erika Patrucco con un piacevolissimo Concerto di Archi, è stata il preludio del successivo momento di ricordo del Maestro Morano, scomparso nella sua dimora-laboratorio  di Rosignano alla veneranda età di 96 anni nel luglio 2007, e definito da Uto Ughi ancora recentemente “il più bravo liutaio del mondo”.

A Morano, negli spazi Comunali già a lui intitolati dal giugno 2012, è stata ricavata una speciale area – definibile come una vera e propria “Bottega” – al cui interno trovano collocazione non solo i suoi antichi ed artigianali strumenti di lavoro, ma anche una ricca raccolta di immagini, di documentazione fotografica e d’archivio che testimonia la sua straordinaria vicenda umana ed artistica, a diretto contatto con i più grandi violinisti e musicisti del Novecento che  nella sua bottega di maestro liutaio trovavano accoglienza e  soluzioni ottimali per i loro strumenti.

Grazie alla disponibilità  dei nipoti, Franco e Germana Re,  la bottega ospita anche alcune soluzioni “chimiche” e barattoli piccoli e grandi di vernici e altri preparati che il Maestro Morano sperimentava prima ed utilizzava poi sugli strumenti  musicali da lui creati o restaurati per conferire loro il suono unico ed inimitabile che li rendeva beni inestimabili  ed ambitissimi dai più noti musicisti.

La “Bottega” appena inagurata offre anche l’opportunità di comodi spazi di approfondimento audiovisivi per meglio conoscere il Maestro Morano ma anche più in generale la Luiteria italiana; in prospettiva potranno divenire un luogo museale di eccellenza per la storia della musica non solo monferrina.

Un “working in progress” come spiega la d.ssa Tudisco, ideatrice dell’ambizioso e benemerito progetto, che fin da subito potrà accogliere visitatori e turisti (sarà sufficienti rivolgersi all’Info Point comunale), oltre che scolaresche ed appassionati di musica e liuteria, grazie alla disponibilità del Liutaio Volpi che offrirà la sua esperienza di allievo ed amico di Arnaldo Morano per “raccontare” come nasce un violino, piuttosto che alcuni dei segreti del grande Maestro.

“La Bottega dunque– conclude il Sindaco Chiesagrazie alla passione intraprendente di Angela Tudisco,  è destinata fin da subito a diventare un punto di eccellenza museale del percorso turistico che il visitatore vorrà compiere nei nostri  luoghi, oltre che uno spazio di cultura e di storia della musica. Per noi rosignanesi, poi,  si aggiunge l’orgoglio di riscoprire la grandezza e la fama di un Maestro, Arnaldo Morano, che faceva della modestia e della semplicità di vita un esempio anche etico e morale di cui andare fieri.”

Condividi!

Aggiungi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiesto